E' on-line il calendario gare dei Campionati e delle Gare patrocinate della Federazione.
Inoltre nella sezione "Calendario Gare" i circoli interessati potranno inseire le gare di circolo che volgiono pubblicizzare.
Inviateci una mail per comunicare il vostro calendario gare.

Leggi tutto...

 

Gent.mi Signori,

                          questa informativa non vuole essere una nota scritta solo per farVi partecipi di quanto di bello è avvenuto riguardo al gioco durante l’Open di Francia di P&P nello scorso fine settimana, giocato su buche in green sintetico che davvero poco o nulla avevano da rendere alle buche in erba naturale, ma in particolare desidero soffermarmi sul riconoscimento che il P&P italiano ha avuto da parte dei Rappresentanti delle Federazioni della IPPA.

All’unanimità sono stato eletto Presidente della IPPA e avere avuto il pieno consenso e appoggio della Real Federacion Espanola de Golf, che ha come Presidente il già Presidente della EGA mr. Gonzaga Escauriaza, non ha fatto altro che dare risalto e valore al lavoro fin qui svolto dalla FIP&P.

Un riconoscimento che deve essere assolutamente condiviso con tutti Voi, o meglio con tutti coloro che hanno fattivamente permesso nel corso di questi anni col proprio entusiasmo, il proprio lavoro, le proprie energie non solo fisiche e la propria dedizione alla causa del P&P in Italia come per la loro partecipazione alle vicende e alle vicissitudini della FIP&P fin dal lontano 1998, sia in campo nazionale sia internazionale, di raggiungere un tale prestigioso traguardo.

L’elezione di un italiano alla massima carica della IPPA è solo stata frutto del Vostro lavoro e della Vostra partecipazione, chi più chi meno naturalmente, ma pur sempre tutto utile alla causa, goccia su goccia si fa il mare e tante Vostre gocce hanno permesso al P&P italiano di continuare a vivere e di essere ad oggi una realtà assolutamente attiva e attenta, dedicata alla promozione del Golf più in generale.

Un GRAZIE sincero a quanti, tanti cari Amici, hanno creduto da sempre che si potesse arrivare anche tra mille difficoltà a essere una presenza viva nel tessuto sportivo italiano e un GRAZIE in anticipo a quanti saranno ai nastri di partenza della nuova e stimolante stagione sportiva 2015, vecchi e nuovi Amici ancora insieme per stupire chi nicchia e per far crescere sempre più divertendosi la voglia di giocare a Pitch&Putt.

Carlo Farioli, Presidente FIP&P & Neo Presidente IPPA

 

 

Ciao Antonio, raccontaci chi sei e come ti sei avvicinato al mondo del golf e del pitch & putt?

 

 

Sono un medico, pediatra e medico sportivo, sportivo da sempre, sono pochi gli sport che non ho praticato. Il golf mi ha sempre affascinato, come per molti altri, lo “praticavo” al PC, poi nel 1998 durante un viaggio negli States, mi fu regalata un sacca da golf usata, tutti bastoni firmati Arnold Palmer (fra cui due bellissimi veri legni) e feci un paio di lezioni in un court pubblico. Dopo questo pensavo di dover usare la sacca come simbolo di prestigio, tenendole nello studio, dopo di ché rientrato in Italia scoprii che a Castel Volturno, cittadina a 40 km da Caserta, c’era un campo, così iniziai a frequentare il campo del G.C. Volturno, presso l’hotel Holliday Inn.

Dopo poco mi resi conto che il golf non poteva esistere in questo modo, con un solo campo, mi misi a studiare la situazione di paesi più evoluti in campo golfistico.

Quello che si faceva in Campania e nella maggior parte del territorio italiano, ovvero il Golf in circoli, più o meno esclusivi, era stato soppiantato in Europa e nel resto del mondo, da un golf in parte di élite, ma soprattutto golf aperto a tutti.

Ma diversamente dal Nord dove esistono la maggior parte dei campi italiani, ma dove da novembre a febbraio i campi si chiudono o quasi, da noi nel Sud Italia ci sarebbe la possibilità di giocare quasi tutto l’anno.

 

 

 

Cosa ti ha spinto ad imbarcarti nella realizzazione del “tuo” campo?

 

 

L’esigenza personale di potermi allenare spesso, ma soprattutto quella di far diventare questo meraviglioso e appassionante sport, uno sport fruibile da tutti, e quindi portarlo alla gente e non pretendere che la gente venga ad esso.

L’unica differenza tra il golf e gli altri sport, è, come sapete, che il primo, avendo i campi porta soldi, sviluppo, posti di lavoro etc, gli altri servono solo per fare attività fisica.

 

 

 

Quali sono le strategie che stai applicando per divulgare il nostro splendido gioco?

 

 

Partecipare a qualsiasi evento possa permettere alla gente di provare e poi venire a praticare, negli ultimi mesi abbiamo fatto attività di promozione a Piazza Plebiscito a Napoli, un eccezionale evento il Caserta Clty Golf Challenge all’interno della Reggia di Caserta, con la partecipazione di veronica Zorzi e Lorenzo Gagli e tanti golfisti dilettanti e li abbiamo fatto provare con il supporto del Comitato regionale FIG dell’Emilia Romagna, moltissima gente.

 

 

 

Parlaci un po’ del progetto Kairòs Re Ferdinando, da dove viene il nome per esempio?

 

 

È l’inizio del Golf-Turismo in Campania. La parola Kairòs, è il nome della mia associazione è una parola che nell'antica Grecia significava "momento giusto o opportuno" o "tempo di Dio". Gli antichi greci avevano due parole per il tempo, kronos e kairos. Mentre la prima si riferisce al tempo logico e sequenziale la seconda significa "un ar nel mezzo", un momento di un periodo di tempo indeterminato nel quale "qualcosa" di speciale accade. Re Ferdinando è il nome della tenuta di 100 ettari (un milione di metri quadrati) di verde ad un passo dalle maggiori città della Campania, Felix è per ricordare il Re che per la nostra terra ha fatto tanto, ma non riuscì alla fine a difendersi dall’invasore. Comunque siamo qui per agire.

 

 

 

Come vedi il golf ed il pitch & putt in Italia?

 

 

Il golf lo vedo bene, ma deve cambiare, deve aprirsi alla gente specie al sud dove si può giocare quasi tutto l’anno, deve diventare un volano di sviluppo.

Il Pitch&Putt può essere un’ottimo mezzo di diffusione in quanto richiede spazi piccoli.

Ma questo deve essere aiutato da tutti, senza pensare ad un arricchimento a breve ma ad una operazione a medio termine.

 

 

 

Ci hai detto che oltre a portare utenti a conoscere il mondo del golf stai cercando di portare il golf agli utenti, quindi eventi in piazza e manifestazioni in luoghi di interesse. Parlaci di questi “format”.

 

 

Già ho accennato a questo, ma ad esempio, il 5 giugno, porterò il golf all’interno di una 24 ore di basket, per far provare ed avvicinare al golf il maggior numero di ersone.

 

 

 

Conosciamo il tuo vulcanico entusiasmo, chi vorresti contagiare per smuovere le acque golfistiche italiane?

 

 

Tutti, ma soprattutto la burocrazia e la diffidenza negli altri, che soprattutto da noi ha bloccato per vent’anni almeno lo sviluppo in senso turistico del golf.

 

 

 

Chiudiamo con un appello. Cosa vorresti dirci che ancora non ti abbiamo chiesto?

 

 

GOLF TURISMO A GOGO!!!

GRAZIE

 

Il Circolo P&P - Golf CAPO D’ORSO (Palau-Olbia)

 

Il suggestivo campo 9 buche Pitch&Putt Capo d’Orso è posizionato su una collina, immerso nella macchia mediterranea, con una vista mozzafiato sull’isola di Caprera. E’ l'ideale per principianti o per chi desidera avvicinarsi a questo sport, ma anche per i giocatori esperti che troveranno i suoi PAR 3, con solo “rough” e piccoli “green”, avvincenti e stimolanti per il gioco.

Il percorso P&P fa parte dei servizi offerti dall'Hotel Capo d'Orso (una “gemma” del Gruppo Delphina), un “rifugio” romantico ed esclusivo, nascosto fra olivastri e ginepri, con 100.000 mq di parco circondato da spiaggette riparate dai venti, con annesso un grazioso porticciolo privato, e che gode di uno charme tutto suo, fatto di elegante semplicità, di tanti piccoli e grandi servizi e di una eccellente ristorazione dove il meglio della cucina sarda la fa da padrone.

La struttura si trova nel prestigioso parco di Cala Capra e nell'omonima baia, un angolo incontaminato della Sardegna a soli 4 Km da Palau e 40 Km da Olbia. Una delle destinazioni più belle dell'Isola, di fronte all'Arcipelago di La Maddalena e alla Costa Smeralda.

 

 

La pubblicità è stata pubblicata su alcune testate giornalistiche di livello nazionale quali Corrierie della Sera e La Stampa.


 

Per la stagione estiva il nuovo, ma già attivissimo, campo di Prato Nevoso ha organizzato dei corsi di avviamento al golf dal prezzo veramente promozionale.

Prato Nevoso è una località sciistica inserita nella splendida cornice delle Alpi Marittime che dal 2013 si è arricchita di un campo pratica con buche omologate Pitch & Putt per arricchire l'offerta della struttura anche nel periodo estivo.

Collocata a 1500 metri di altitudine nel comune di Frabosa Sottana (CN), risulta facilmente accessibile grazie alla sua posizione ottimale che le permette di essere raggiunta, in poco più di un' ora di macchina, dai principali capoluoghi del Piemonte e della Liguria.

Pendii dolci e piste aperte fanno di Prato Nevoso la stazione sciistica ideale per chi si avvicina per la prima volta al mondo della neve in inverno e al mondo del Golf e del P&P in estate, sia per bambini che per adulti.

 

GOLF-SUMMER-PRAGELATO-PICCOLA

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!


Ricevi HTML?
Terms and Condition